Chiarezza sulla scuola.

Andare in basso

Chiarezza sulla scuola.

Messaggio  Admin il Ven Ago 13, 2010 8:34 pm

Vogliamo fare una riflessione più approfondita del caso SCUOLA? Si.
Allora facciamola, ma con serietà e coscienza.
Precisiamo innanzitutto che ogni singolo individuo di qualsiasi colore politico non vuole assolutamente che la scuola rappresenti un pericolo per la vita dei bambini che la frequentano e del personale che in essa lavora, che il dono della vita è prezioso ed è prezioso per tutti senza distinzione di sorta.
Detto questo, passiamo ad analizzare i rischi ed i pericoli paventati da alcuni genitori in una lettera pubblica nota a tutti; in essa si legge che la scuola di Calcata sarà ampliata e dotata di un Elevatore per disabili, bene ci sembra giusto non esistono più le frontiere figuriamoci se nel XXI secolo debbano esistere ancora le BARRIERE architettoniche, tutti : diversamente abili , donne in gravidanza, donne con passeggini, vecchi ecc.ecc. devono essere liberi di accedere in ogni luogo sia pubblico che privato.
A tal proposito bisogna fare una considerazione, la scuola di Faleria è dotata sia di un elevatore per il superamento delle barriere architettoniche “fortunatamente mai utilizzato” di accesso alla scuola media e di un servo scale per il superamento delle barriere architettoniche per l’accesso alla scuola elementare “sfortunatamete utilizzato” dotato di idonea copertura. Questo non è per imbellirci rispetto a Calcata ma è il dato di fatto, a Faleria c’è una scuola già dotata dei mezzi necessari per l’accesso ad essa anche dalle persone diversamente abili .
La sicurezza statica, qui il problema è molto più serio ma non catastrofico come si vuole invece far credere, iniziamo a spiegare alcune cose: l’edificio viene costruito intorno agli anni 50 la struttura portante è in muratura di tufo con copertura a tetto, successivamente negli anni 80 si procede alla sopraelevazione dello stesso per alloggiarvi la scuola media, anche in questo caso viene scelta come struttura portante la muratura di tufo. Il progetto di ampliamento viene redatto dall’Ing. Francesco Meconi indiscusso ed emerito professionista la cui attenzione nella progettazione statica è nota a tutti da Faleria per un raggio di almeno 50 km. Il 50% delle abitazioni e delle industrie del comprensorio sono stati progettati da lui, tutti i Faleriani ricordano la sua onestà e la precisione che metteva nel suo lavoro, i suggerimenti che dava a tutti, professionisti ed operatori nel campo edile. La sua capacità strutturale ci fa pensare che il progetto di sopraelevazione da lui redatto sia stato pensato principalmente per i fruitori della scuola, i BAMBINI, quindi pensato e progettato nella massima sicurezza strutturale.
Oggi si parla di sicurezza sismica, OGGI ,cioè dopo il crollo di San Giuliano di Puglia e dopo il terremoto dell’Aquila, cioè dopo che l’Italia è stata considerata totalmente come zona sismica, prima tale problema non esisteva e la progettazione strutturale seguiva le normali norme della scienza delle costruzioni, norme a cui l’Ing. Meconi si è attenuto, tant’è che la scuola a seguito dei vari terremoti compreso quello dell’Umbria del 1997 non ha subito lesioni strutturali.
Oggi l’Amministrazione comunale ha seguito di un finanziamento regionale “ Giunta Marrazzo”, dopo aver provveduto al miglioramento sismico della scuola dell’infanzia, per la sicurezza dei BAMBINI in primis e del personale scolastico e para scolastico ha dirottato tale finanziamento non sull’ampliamento della scuola come prima si era pensato di fare, ma sul miglioramento sismico della stessa, non perché questa presenti problemi strutturali ma solo per migliorare una struttura che non rispecchia quelle caratteristiche di SISMICHE, solo OGGI adottate, per essere precisi dall’aprile 2009 adottate.
Ma allora? diranno i nostri E.lettori, se la scuola non è sicura le nostre ABITAZIONI sono sicure?
La risposta è semplice tutte le costruzioni progettate e costruite nella nostra zona, prima dell’aprile 2009 non hanno seguito la normativa antisismica, perché tale normativa in Italia non esisteva ed in particolar modo nella nostra zona. Perché costruire con criteri antisismici se il rischio non esisteva e la legge non obbligava a tale adempimento?
Quindi le nostre case in caso di terremoto di forte magnitudo con epicentro nella zona di Faleria molto probabilmente (usiamo il condizionale) crollerebbero come quelle dell’Aquila. E allora ci chiediamo, solo la scuola deve essere sicura? Se si fa un piccolo calcolo elementare, la scuola si frequenta per circa 4-5 ore, le restanti ore della giornata vengono passate all’interno delle mura domestiche per cui il rischio ed il pericolo si quadruplicano. E’ doveroso precisare che stiamo parlando di abitazioni progettate e seguite da un direttore dei lavori, nel caso delle abitazioni abusive sorte spontaneamente i problemi sono molto maggiori ed il rischio ed il pericolo aumentano di gran lunga ma questo è un problema diverso ma che è necessario sottolineare. Auguriamoci solo che il Terremoto non interessi le nostre zone, perché se così non fosse alla fine, dopo i lavori di miglioramento a Faleria solo le scuole saranno gli edifici più sicuri. Ma non allarmatevi Faleria è A BASSO RISCHIO SISMICO.
Per quanto concerne le caldaie anche in questo caso, e questo è noto a tutti, l’Amministrazione sta utilizzando un finanziamento concesso dall’allora Ministro della Pubblica Istruzione Giuseppe Fioroni per rimuovere il vecchio impianto a gas e sostituirlo con un impianto ad aria capace di riscaldare in inverno e rinfrescare nel periodo primaverile, l’esempio è visibile nella scuola dell’infanzia dove è già stato rimosso il vecchio impianto a gas .
Quindi che dire sulla scuola di Faleria, sono in corso due progetti migliorativi ed innovativi, che renderanno l’edificio molto più sicuro ed efficiente di altri, che fino a prova contraria non ci risultano poi così idonei dal punto di vista sismico.
Per l’antincendio, anche se non è necessario con il finanziamento regionale si procederà alla messa in opera di una scala antincendio esterna a servizio della scuola media.
Questo è fare chiarezza, basta poco le delibere e i progetti approvati sono in Comune in libera visione come tutti gli atti pubblici, nessuno nasconde anzi questa è la prova della trasparenza tanto evocata ma mistificatamente ignorata, noi del PD ci siamo e ci teniamo ad informare tutti i cittadini su un problema serio per tutti.
Se Calcata perde la scuola non è colpa del Comune di Faleria, l’attuale Sindaco di Faleria ha lottato per far passare statale la scuola dell’infanzia ottenendo il risultato voluto, altri, se per motivi politici non hanno saputo ottenere quanto voluto per non discutere le imposizioni del partito di appartenenza , facciano un attento esame di coscienza cercando di capire che è solo una loro sconfitta POLITICA, dove FALERIA non c’entra niente.
Per il resto attendiamo faleriani che appoggino il caso Calcata, se come si evince dalla lettera qualcuno non vuole mandare i figli a Faleria ci sembra giusta la scelta di un’altra scuola , la libertà è anche nel saper scegliere e valutare.

Il coordinamento del PD Faleria

Admin
Admin

Messaggi : 106
Data d'iscrizione : 09.07.09

Visualizza il profilo http://pdfaleria.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Re: Chiarezza sulla scuola.

Messaggio  PD reborn il Lun Ago 16, 2010 5:26 pm

Finite le vacanze acc...... si torna a lavorare....
Allora che c'è di nuovo?
Urca non mi dire
Hanno bocciato CIP & CIOP!!!!!!!!!!!
e perchè? So tanto bravi, sanno sempre solo e tutto loro.
BOCCIATI per mutismo assoluto, spariti eclissati dalla foresta, non si sono presentati all'Esame più importante.
M'bè mi semBra + CHE giusto, BOCCIATI in pieno con 0 spaccato.
Hihiihiihihihihihihihi

PD reborn

Messaggi : 115
Data d'iscrizione : 28.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

troppo silenzio

Messaggio  PD reborn il Ven Ago 20, 2010 4:19 pm

C'è troppo silenzio tutto tace.....tutti muti....tutti assenti.....siti web privi di notizie... nessuno che si sbilancia.... nessun commento sulla scuola.... i tuttologhi svaniti nel nulla........i cacciasindaci pure.....
Strano non trovate!!!!!!!!!
Possibile che siano le vacanze???????
Io credo che tutto questo silenzio nasconda qualche cosa poco chiara, Tipo...... l'arrivo di qualche ispettore Ministeriale ...... uno o due giorni prima dell'apertura dell'Anno scolastico....
Vediamo, spero di no ma la cosa mi puzza.......Attenzione perchè la scuola è quella del Nano presidente e si sa che il Nano sa tirare brutti scherzi.



PD reborn

Messaggi : 115
Data d'iscrizione : 28.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Chiarezza sulla scuola.

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum